Consigli per gestire al meglio le tue vacanze con il cane
Raffaele Angela·

Consigli per gestire al meglio le tue vacanze con il cane

Scegliere di portare il cane in vacanza con te farà contento te e lui. In questo modo potrete passare del tempo insieme e visitare posti nuovi. Nell’articolo ti spieghiamo cosa devi portare e a cosa prestare attenzione.

Chi l’ha detto che sei costretto a rinunciare alle tue vacanze perché non puoi portare il cane con te? Ecco alcuni consigli utili per gestire al meglio le tue vacanze con il cane rilassandoti e divertendoti insieme a lui.
Prima di partire con il tuo cane assicurati di avere tutta la documentazione necessaria. Quello che ti serve è: il documento di riconoscimento del cane, la certificazione aggiornata delle ultime vaccinazioni, l’assicurazione medica ed i riferimenti del tuo veterinario di fiducia.

Viaggiare con il cane: cosa portare

Scopri gli oggetti che ti saranno utili durante le tue vacanze con il cane.
Kit di pronto soccorso: disinfettante, pinzetta per levare corpi estranei, garze, cerotti e antiparassitario
Ciotole: una per l’acqua e una per il cibo. Per il viaggio ti consigliamo quelle richiudibili in silicone, comode e sempre a portata di mano
Cibo: porta la quantità di cibo necessaria per il periodo di soggiorno senza rischiare di rimanere senza!
I suoi oggetti del cuore: porta i suoi giochi e le coperte così si sentirà a casa anche in un nuovo contesto
Borraccia: un oggetto utile sia in viaggio che durante le passeggiate per offrire al tuo cane acqua sempre fresca
Ombrellone: se stai partendo per le vacanze estive non dimenticarti di portare un ombrellone per proteggere il tuo cane dai raggi diretti del sole
Spazzola e Shampoo: non vorrai mica essere impreparato se il tuo cane dovesse rotolarsi o fare il bagno in mare! In questo modo potrai prenderti cura del pelo del tuo cane in qualsiasi momento. Vuoi sapere ogni quanto lavare il tuo cane? Leggi l’articolo qui
Impermeabile: spesso i cani non amano stare a diretto contatto con la pioggia, porta il suo cappottino così eviterà di bloccarsi e non farti proseguire la passeggiata
Guinzaglio e museruola: è obbligatorio avere sempre con sé guinzaglio e museruola. Quest’ultima non è sempre necessaria ma per non esserne sprovvisti dove la chiedono, è meglio portarla

Vacanze in montagna con il cane: cosa portare e quali accortezze seguire

È sempre consentito portare il proprio cane nelle passeggiate in montagna così che possa godere anche lui degli odori e suoni della natura. Però, prima di portare il tuo cane nelle escursioni è bene fare una visita dal veterinario e accertarsi delle sue condizioni fisiche per valutare se è in grado di sostenere tale impegno fisico. Oltre agli oggetti citati sopra è bene avere sempre con sé un guinzaglio di scorta se possibile luminoso e anche una pettorina per garantire un maggior comfort a lui e più controllo a te in caso di situazioni di emergenza.
Prima di partire assicurati che il tuo cane sia dotato di microchip e di medaglietta così sarà più semplice ritrovarlo in caso di smarrimento. Puoi mettere al tuo cane anche un collare con GPS per assicurarti di ritrovarlo se dovesse allontanarsi. Inserisci nel tuo zaino anche una corda lunga e dei moschettoni, se dovesse scivolare e non riuscire a risalire lo potrai aiutare te. Per reintegrare le energie del tuo cane non dimenticarti degli snack per cani, se scegli quelli a base di carne daranno un maggior apporto calorico al tuo cane e gli consentiranno di avere tutte le energie necessarie per proseguire la passeggiata. Puoi provare le strisce di carne 100% naturali di vera carne essiccata qui. Presta inoltre attenzione allo sbalzo di altitudine, nei cani particolarmente sensibili potrebbe causare irritabilità, tosse e vomito. In questi casi raggiungi l’alta quota gradualmente facendo delle soste nei livelli intermedi. 

Vacanze al mare con il cane: cosa portare e quali accortezze seguire

Durante le vacanze estive perchè lasciare il tuo cane a casa? Ormai le spiagge dedicate ai nostri cani sono sempre più frequenti pertanto non dovresti riscontrare problemi nel portare il tuo cane in vacanza con te, l’importante è scegliere una spiaggia dog friendly e assicurarsi che il cane abbia il microchip e tutte le vaccinazioni (porta sempre con te il libretto sanitario). Non ti preoccupare se il tuo cane all’inizio sembrerà spaesato e non capirà cos’è la sabbia o il mare, è un contesto totalmente diverso dal suo soprattutto per chi abita in città, ma non temere si ambienterà presto; l’importante è non forzarlo nel caso non voglia entrare in acqua, se invece, è un abile nuotatore assicurati che non rimanga mai da solo in acqua. Anche ai cani esperti è meglio far indossare il salvagente così se si dovessero stancare non ci saranno pericoli. Per i nostri cani vale la stessa regola che vale per noi: non fare il bagno dopo aver mangiato, quindi, se hai dato la pappa poco prima di portarlo in spiaggia evita di fargli fare il bagno appena arrivati. L’accortezza più importante è assicurarsi che il cane non beva l’acqua di mare, in quanto l’ingestione di acqua salata provoca vomito e diarrea. 

Sai che anche i nostri cani si scottano e hanno bisogno di creme solari specifiche? Che il tuo cane abbia un pelo corto o lungo, un manto chiaro o scuro è sempre necessario spargere la crema sulle parti più esposte: naso, bocca, addome, orecchie e coda. Mentre, sui polpastrelli puoi spalmare una pomata apposita ed evitare che si rovinino con il calore del suolo. Non dimenticare di portare con te un ombrellone così nelle ore più calde e quando lo desidera avrà un posto per ripararsi dai raggi diretti del sole. Quando tornate dal mare, sciacqua il pelo in quanto la presenza di sale può provocare dermatiti e secchezza e rimuovi i granelli di sabbia accumulati sul manto.

Cani in aereo, ecco cosa devi sapere

Al giorno d’oggi, sempre più compagnie aeree accettano animali domestici. Nonostante questo, portare in aereo il cane rimane complicato pertanto è meglio verificare sempre le regole della compagnia selezionata. Se ti stai chiedendo se è consigliato portare il cane in aereo, la risposta è no. Il consiglio degli esperti è quello di non portare il cane in aereo a meno che non sia strettamente necessario, come ad esempio quando ti devi spostare in modo permanente o stare via per molto tempo. Pensaci: volare può essere un’esperienza stressante per il tuo cane, li rimuove da un ambiente confortevole e familiare e li costringe a situazioni di rumori forti, luci intense, centinaia di persone, cambiamenti di pressione dell’aria e di temperatura della cabina. Quindi, a meno che tu non abbia una buona ragione per portare con te il tuo animale domestico durante i tuoi viaggi, è meglio lasciarlo a casa o preferire un altro mezzo di trasporto. Il luogo in cui il tuo cane può trascorrere il volo dipenderà dalle sue dimensioni. Sebbene le regole variano a seconda della compagnia aerea, se è abbastanza piccolo da stare in un trasportino, potrà volare solo in cabina come bagaglio a mano. Se è più grande dovrà viaggiare nella stiva, molto spesso in condizioni non favorevoli che potrebbero avere un impatto negativo sul suo stato di benessere. Attenzione perchè ci sono compagnie aeree che non ammettono alcune razze di cane all’interno della stiva per esempio le razze con il naso schiacciato come carlini perché la loro struttura facciale può limitare la respirazione. Altre razze di bulli, come i pitbull, possono essere completamente bandite dal volo. Una volta che il tuo cane ha il suo biglietto, recati dal veterinario e ottieni un certificato sanitario che attesti che è sano per poter volare e dispone di tutte le vaccinazioni necessarie. 

Cani in treno, ecco cosa devi sapere

Portare il cane in treno è molto più facile ed economico rispetto all’aereo. Le compagnie ferroviarie italiane prevedono condizioni diverse riguardo il portare il cane in treno. Tutte però richiedono un costo pari a zero per i cani di piccola taglia che rientrano nei trasportini non superiori a 30x40x50 per Trenitalia e cani non superiori ai 10 kg di peso per Italo. Per i cani di media taglia è previsto il pagamento di un biglietto ridotto e l’obbligo di stare accanto al proprietario rigorosamente al guinzaglio. Mentre per quelli di taglia grande è richiesta anche la museruola.

Condividi sui social

Potrebbero interessarti anche...

Scopri il piano alimentare consigliato per il tuo cane