Linguaggio del corpo del cane: come capirlo - Dog Heroes
Raffaele Angela·

Come capire il linguaggio del corpo del nostro cane

Il cane utilizza il proprio corpo per comunicare emozioni e intenzioni. Leggi l’articolo per scoprire cosa vuole dirci con la coda, bocca e orecchie

cane e ragazza

Il tuo cane ti parla per tutto il tempo. Se impari cosa sta dicendo, svilupperai un legame più profondo di fiducia e rispetto. Inoltre, comprendere ciò che ti comunica il cane, ti aiuterà a prevedere il suo comportamento e prevenire i problemi.

Il linguaggio del corpo dei cani: la posizione

Il cane utilizza il proprio corpo per comunicare emozioni e intenzioni. Più spesso, però, i cani si affidano al linguaggio del corpo non verbale. Ciò può portare a molte incomprensioni uomo-cane. A volte, il linguaggio del corpo del cane è semplicemente sconosciuto, altre volte, è in contrasto con ciò che quello stesso segnale significa per un essere umano, ad esempio  sbadigliare o distogliere lo sguardo

SCODINZOLAMENTO

Lo scodinzolamento è uno dei principali segnali del linguaggio del corpo di un cane. Una coda scodinzolante significa che il cane è emotivamente eccitato. Per interpretare le emozioni e le intenzioni del cane, è necessario osservare la velocità e la direzione dello scodinzolamento e la posizione della coda. Più veloce è il movimento, più eccitato è il cane. Se pensi a quelle lunghe, lente codate da lato a lato che il tuo cane fa quando ti saluta, questo significa che il cane è rilassato! 

PELI DRIZZATI

Quando i peli lungo la schiena di un cane sono sollevati è un chiaro segno che il cane è eccitato, ma non necessariamente in modo negativo. Il cane potrebbe essere turbato o stressato, ma potrebbe anche essere eccitato o fortemente interessato a qualcosa. Spesso è una reazione involontaria, come la pelle d’oca nelle persone.

POSTURA

La distribuzione del peso di un cane può dire molto sul suo umore e intenzioni. Per esempio,  un cane rannicchiato simboleggia che ha paura o è stressato. Quando invece il cane si rotola sulla schiena esponendo la pancia può sembrare che richieda un massaggio alla pancia, o che sia rilassato, spesso è così ma in realtà può essere un segno di notevole stress e ansia.
Quando il cane si posiziona con il peso spostato in avanti, sta cercando di avvicinarsi a qualcosa indicando il suo interesse. Ma potrebbe anche indicare intenzioni offensive.
Un segnale meno facile da comprendere è il sollevamento della zampa. Nelle razze da caccia come il Setter inglese, il sollevamento della zampa fa parte della sua attitudine alla caccia e indica che la preda è vicina. Ma al di fuori di questo contesto, una zampa alzata spesso indica che un cane è incerto su una situazione o forse si sente un po’ insicuro.

ESPRESSIONI FACCIALI

I cani hanno caratteristiche facciali simili alle persone, ma non le usano allo stesso modo.
Le persone sbadigliano quando sono stanche o annoiate, ma i cani sbadigliano quando sono stressati. Leccarsi le labbra è un altro segnale del linguaggio del corpo del cane che le persone spesso interpretano male. Proprio come le persone, i cani si leccano le labbra dopo un pasto delizioso, ma lo fanno anche quando si sentono ansiosi. L’espressione facciale più confusa è il sorriso. Di solito, quando i cani scoprono i denti, serve come avvertimento. Ma, anche i cani sorridenti mostrano i loro denti anteriori, in questo caso però il significato è l’esatto opposto. Conosciuto anche come un sorriso sottomesso, questa espressione si trova spesso su un cane felice con una postura sciolta e sinuosa.

OCCHI

Puoi capire molto sullo stato del tuo cane guardando i suoi occhi. Innanzitutto, gli occhi di un cane possono essere morbidi o duri. Gli occhi morbidi hanno le palpebre rilassate e a volte sembra che il cane stia strizzando gli occhi, questo indica che è calmo o felice. L’opposto sono gli occhi duri. Questi indicano uno stato mentale negativo. Uno sguardo fisso, in cui il cane guarda attentamente qualcosa, soprattutto per molto tempo, di solito segnala una minaccia. 

La coda del nostro cane: cosa ci vuole dire?

Quando pensi alle code dei cani, probabilmente pensi a una cosa: gli scodinzolii. La coda scodinzolante è una delle forme più famose di comunicazione non verbale nel mondo dei cani. La coda di un cane è un indicatore cruciale del suo umore, è davvero il modo con cui puoi capire di più sullo stato d’animo di un cane in un dato momento. La coda può anche aiutare un cane a mantenere l’equilibrio e a muoversi rapidamente e velocemente.

Di cosa è fatta la coda di un cane?

Mentre i loro movimenti fluidi possono far sembrare che la coda di un cane sia fatta di cartilagine o solo di muscoli, la coda è composta da una serie di piccole ossa. Le code canine sono l’ultimo segmento della colonna vertebrale e sono composte da ben 23 vertebre che diventano progressivamente più piccole dalla base alla punta. La coda comprende anche muscoli che racchiudono le ossa, nonché tendini e nervi. Agendo insieme facilitano un’ampia gamma di movimenti della coda.

A cosa serve la coda di un cane?

La maggior parte degli animali a quattro zampe hanno anche la coda. Per molti di loro, la coda gioca un ruolo importante nell’equilibrio. La coda di un cane ha tre scopi principali: aiutare il cane a bilanciare, muoversi e comunicare. Soprattutto se un cane si muove rapidamente, cambia direzione o si arrampica, la coda può aiutare il cane a impedirgli di cadere, inciampare o compensare eccessivamente nella direzione opposta.

Cosa significano scodinzolanti diversi?

Sebbene ci siano molte forme e dimensioni diverse della coda, con alcune eccezioni di razza, la maggior parte dei comportamenti della coda significano la stessa cosa, indipendentemente dal tipo di coda. Questo è l’altro, e forse il più importante uso delle code: comunicazione o espressione.
Una coda scodinzolante sembra essere il segno universale di un cane felice. Ma vedere semplicemente una coda in movimento non è abbastanza. Possiamo anche conoscere l’umore e la mentalità del cane dalla posizione della coda.
Coda dritta: la regola generale è che più alta è la coda, più il cane è assertivo. Se la coda di un cane è sollevata dritta o arcuata sulla schiena, è spesso una posizione aggressiva. Tuttavia, una coda più alta non è sempre un segno che un cane è in una modalità aggressiva. Una coda tenuta più alta può essere un segno di vigilanza.
Coda orizzontale: una coda trattenuta all’indietro può significare che il tuo cane è in allerta. In particolare se è accompagnata da orecchie dritte e una postura immobile, questa posizione può significare che ha sentito o visto qualcosa che lo ha incuriosito o preoccupato. Alcuni cani, come i Beagle, possono tendere a tenere la coda più orizzontalmente e questo non indica necessariamente una postura preoccupata.
Coda rilassata verso il basso: questa è in genere la posizione predefinita per un cane rilassato.
Coda in giù: quando la coda è in una posizione più bassa di quella neutra, in genere significa che un cane sta mostrando sottomissione. Se la coda è infilata tra le gambe, è un messaggio più pronunciato di insicurezza o paura.
Scodinzolamento lento e rigido: se vedi uno scodinzolare molto lento e il resto del corpo è immobile, può significare che un cane è incerto, ansioso o insicuro, oppure può essere un segnale di avvertimento di una potenziale aggressività.
Scodinzolamento pieno e ondulato: qui la coda si muove liberamente, probabilmente in una posizione più bassa, e si muove ampiamente avanti e indietro, o, scodinzola in cerchio. Questo movimento scodinzolante a volte coinvolge l’intera parte posteriore e segnala un cane che è molto felice di vederti.
Movimenti della coda fulminei e corti: se il tuo cane sta scodinzolando con scodinzolii brevi e veloci può significare che è agitato e sta per combinare qualcosa.
Scodinzolando a sinistra/destra: in uno studio del 2007, i ricercatori hanno scoperto che quando ai cani venivano presentati stimoli positivi, come vedere il loro proprietario, agitavano la coda sul lato destro. Di fronte a stimoli negativi, come vedere un cane dominante e sconosciuto, si agitavano sul lato sinistro. Gli stessi ricercatori hanno scoperto in uno studio del 2013 che i cani sono diventati ansiosi quando hanno visto un altro cane che agitava la coda sul lato sinistro. Ma quando hanno visto un cane che agitava la coda sul lato destro, sono rimasti rilassati. Questi doppi scodinzoli sembrano indicare che, come negli esseri umani, gli emisferi destro e sinistro del cervello di un cane sono responsabili di diversi sentimenti e azioni.

Come ci comunica il nostro cane? I suoni

I cani comunicano piacere, felicità, eccitazione e affiliazione attraverso le loro vocalizzazioni. I suoni di piacere più comuni sono gemiti e sospiri, anche se i cani usano anche lamenti e ringhi per comunicare la felicità.
I gemiti a bassa voce sono molto comuni nei cuccioli e sono segni di felicità. I cuccioli gemono quando sono in stretto contatto con i loro compagni di cucciolata, la loro madre o i loro umani. Un altro suono di contentezza è il sospiro, solitamente accompagnato dal cane sdraiato con la testa sulle zampe anteriori. Quando il sospiro è combinato con gli occhi socchiusi, comunica piacere; ad occhi completamente aperti, comunica delusione. Sebbene siano considerati segni di angoscia, i lamenti possono anche essere usati per comunicare felicità ed eccitazione. La differenza è che un lamento usato per comunicare l’angoscia aumenta di tono verso la fine del suono, mentre un lamento che comunica l’eccitazione o diminuisce di tono verso la fine del suono o non cambia di tono.
Allo stesso modo, ci sono ringhi che non vengono utilizzati come avvertimenti o minacce ma vengono utilizzati per comunicare il gioco.
La comunicazione per eccellenza dell’affiliazione è l’ululato.

Le stereotipie nel cane

La stereotipia nel cane è un comportamento che il cane attua senza uno scopo preciso. Si tratta di una patologia a livello comportamentale che riguarda molti cani. Può accadere che alcuni comportamenti del cane derivino da problemi fisici o psichici e ciò viene definito stereotipia, che indica un movimento ripetuto e identico senza una precisa finalità. La stereotipia nel cane, quindi, dissocia l’animale dal contesto in cui si trova ed è la manifestazione di ansia nel cane. Segnali di stereotipia nel cane sono: abbaio continuo o rotazione su se stesso per mordersi la coda. Generalmente, la stereotipia nel cane si ha quando il cane non è in grado di seguire il suo istinto o la sua natura, scarsa nutrizione, poco spazio e mancanza di attività fisica. Quando si prende consapevolezza della presenza della stereotipia nel cane è bene rivolgersi ad un veterinario o un comportamentalista per effettuare un controllo maggiore. Esistono, razze canine più soggette a sviluppare stereotipie, le razze di cani da lavoro come il Pastore tedesco e i cani da caccia, animali abituati sin da piccoli a lunghi addestramenti per lavori molto duri.

Il linguaggio del corpo del cane e il cibo

Il cane utilizza i movimenti del corpo anche per comunicare che è il momento della pappa. Per richiamare la nostra attenzione può venire da noi, abbaiare o leccare la ciotola. Questi sono tutti segni con cui il cane ci comunica che vuole mangiare. Puoi scegliere di dare al tuo cane piani personalizzati di cibo fresco che arriva già pronto direttamente a casa tua, in questo modo alimenti il tuo cane con pasti freschi e naturali fatti su misura per lui. 

Condividi sui social

Potrebbero interessarti anche...

Scopri il piano alimentare consigliato per il tuo cane