Probiotici per cani: a cosa servono e i migliori - Dog Heroes
Raffaele Angela·

Tutti i benefici dei probiotici e dei prebiotici per cani

I probiotici possono migliorare il sistema immunitario e i problemi intestinali. Ma quando servono? Leggi l’articolo per scoprirlo

probiotici per cani

I probiotici sono microbi buoni (batteri o lieviti) che vivono nel tratto digestivo e aiutano a fermare la crescita e l’attività di batteri cattivi come la salmonella.
Negli esseri umani, questi possono rafforzare il sistema immunitario e migliorare i problemi gastrointestinali come diarrea, IBS e infiammazioni intestinali.
Gli studi sugli effetti dei probiotici nei cani sono minori, tuttavia ci sono alcuni probiotici che possono aiutare il tuo cucciolo con la digestione e il mal di stomaco.

Molti proprietari di animali domestici integrano la dieta dei loro cani con probiotici quando presentano problemi gastrointestinali, causati spesso da una dieta altamente elaborata di cibo secco. Il cibo fresco e leggermente cotto è, infatti, più facile da digerire rispetto agli alimenti per animali domestici in commercio, e una dieta fresca completa e bilanciata, non richiede alcun supplemento probiotico aggiuntivo.

Probiotici e prebiotici: cosa sono e differenze

Se il tuo cane ha problemi di stomaco, il veterinario potrebbe suggerirti una delle due alternative: i prebiotici, sono fibre vegetali che lavorano con i batteri “buoni” che già vivono nel colon del tuo cane per nutrirli e svilupparne la crescita, mentre i probiotici contengono microrganismi viventi, nutrono e combattono tutti i batteri “cattivi” che potrebbero aver infettato il tuo cane. 

Probiotici per cani: a cosa servono?

Dare al cane i probiotici può essere utile per: 

  • Ridurre le anomalie gastrointestinali croniche, i sintomi allergici e la gassosità 
  • Supportare il sistema immunitario
  • Alleviare i disturbi dell’umore e del comportamento
  • Regolazione dei movimenti intestinali

Altri benefici possono essere:

  • Riduzione della crescita di batteri nocivi che possono provocare infezioni
  • Miglioramento di condizioni di diarrea e diminuzione dell’impatto di questa e di patologie legati al sistema digestivo
  • Diminuzione delle allergie
  • Miglioramento dell’assorbimento dei nutrienti
  • Riduzione di infiammazioni intestinali
  • Aumento difese immunitarie

Come negli esseri umani, anche negli animali, i cambiamenti legati all’alloggio o al trasporto possono causare stress emotivo che provoca la colite, un’infiammazione dell’intestino che di solito ha come conseguenza la diarrea nei cani. Chiedi al tuo veterinario se i probiotici potrebbero aiutare il tuo cane qualora in situazione di stress sia incline a sviluppare diarrea. 

Infatti, gli integratori probiotici possono aiutare a riparare la salute intestinale del tuo cane e possono risultare particolarmente utili per gli animali domestici con problemi digestivi. Uno studio del 2003 su oltre settecento cani allevati nel canile nel Regno Unito ha scoperto che la somministrazione di probiotici ha ridotto significativamente l’incidenza di problemi intestinali su quei cani. 

Quando serve somministrare probiotici al cane?

Una prima condizione che richiede la somministrazione di probiotici è quando il tuo cane sta assumendo antibiotici in quanto tale cura potrebbe provocare diarrea, nausea, vomito e altri effetti collaterali gastrointestinali. 

Altri segni che il tuo cane ha bisogno di probiotici sono:

  • Episodi di diarrea, costipazione o gonfiore. Soprattutto quando questi sintomi sono provocati dallo stress.
  • Quando viene meno l’equilibrio gastrointestinale del tuo cane e quindi entrano più facilmente una maggiore quantità di batteri cattivi nell’intestino. 

In generale, il tuo cane necessita di probiotici e quindi, di batteri buoni, quando deve ripristinare l’equilibrio di batteri buoni e cattivi affinché funzionino in armonia. Quindi, i probiotici servono a reintrodurre i batteri buoni per aiutare a eliminare i batteri extra cattivi e riportare l’intestino del tuo cane in equilibrio. 

Probiotici ai cani: ci sono controindicazioni?

I probiotici come abbiamo visto, possono essere utili per contrastare i batteri cattivi che vivono nell’intestino del tuo cane e avere un impatto benefico sull’organismo del tuo cane. 

Tuttavia, questi batteri possono a volte produrre degli effetti collaterali come:

  • Gas e gonfiore addominali
  • Diminuzione o aumento dell’appetito 
  • Variazioni di peso 
  • Reazioni allergiche 

Per evitare di provocare delle reazioni avverse, parti con un dosaggio basso così da consentire al tuo cane di abituarsi all’alimento e se sospetti che il tuo cane non gradisca l’introduzione di tale probiotico, cambia il dosaggio o il tipo di probiotico. In questo caso, è sempre consigliato consultare il veterinario soprattutto nel caso in cui questi effetti collaterali non si risolvono. Durante la somministrazione dei probiotici, monitora il peso del suo cane, il suo pelo, livello di energia e consistenza delle sue feci per assicurarti della sua condizione di salute.

I migliori probiotici per i cani

I probiotici per cani sono disponibili in varie forme, dalle polveri alle masticazioni e alle capsule. Da un articolo del Whole Dog Journal, i migliori probiotici in grado di apportare benefici alla salute del cane sono:

  • Enterococcus faecium (ceppo SF68)
  • Bacillus coagulans
  • Bifidobacterium animalis (ceppo AHC7)
  • Lactobacillus acidophilus
  • Lactobacillus rhamnosus GG (LGG)
  • Lactobacillus plantarum
  • Streptococcus
  • Lactobacillus casei
  • Bifidobacterium breve
Condividi sui social

Potrebbero interessarti anche...

Scopri il piano alimentare consigliato per il tuo cane